La RSI per la Giornata della Memoria

0

Nel corso della settimana RSI ha mandato in onda diversi contributi su questo tema  importante e vi segnaliamo questi servizi realizzati da Sandy Sulmoni.

Il primo trasmesso nel corso del “Quotidiano” del 23 gennaio è la testimonianza di un sopravvissuto ai campi di sterminio, Fishel Rabinowicz: aveva 16 anni quando i tedeschi lo deportarono, era il settembre del 1939 Oggi ha 95 anni e vive a Locarno. Tanti gli anni passati a cercare di rimarginare le ferite incise nell’anima, ferite che fanno così male da non riuscire – ancora – a dormire la notte.
Il secondo riguarda un’iniziativa della città di Lugano, gli atti di “Lugano Città Aperta”, un progetto promosso dalla Fondazione Federica Spitzer e dalla Città in occasione dell’ottantesimo anniversario della promulgazione delle leggi razziali in Italia: 400 pagine ricche di testimonianze e di analisi per capire chi erano i Giusti, per capire che cosa avevano fatto Lugano e la Svizzera italiana nei confronti di chi subì l’oppressione politica, la persecuzione razziale e religiosa.

Il primo servizio – Fishel Rabinowicz
 

Il secondo servizio – Lugano Città Aperta

Ma l’impegno di RSI non si limita a questo, infatti anche quest’anno è stato dedicato grande spazio a questa ricorrenza. Per la programmazione dettagliata fate click su questo link

Condividi

I commenti sono chiusi.

Questo sito utilizza cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione. Esprimi il tuo consenso cliccando sul pulsante 'Accetta'. Se neghi il consenso, non tutte le funzioni di questo sito saranno disponibili.

Voglio saperne di più

Impostazioni Cookie