Giorgio Napolitano Accademico della Crusca honoris causa

0

Firenze, 9 novembre 2012.

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha ricevuto lo scorso 9 novembre al Quirinale una delegazione dell’Accademia della Crusca (guidata dalla Presidente Nicoletta Maraschio, dal Presidente onorario Francesco Sabatini e dalla Vice Presidente Paola Manni), che gli ha conferito il titolo di Accademico della Crusca honoris causa. Nell’occasione gli è stata illustrata la manifestazione tenuta il 6 e 7 novembre a Firenze Piazza delle lingue 2012, promossa in occasione del IV Centenario della prima edizione del Vocabolario degli Accademici della Crusca, pubblicato a Venezia nel 1612. La delegazione ha portato in dono al Presidente Napolitano una scelta di volumi appena pubblicati dall’Accademia e dedicati, in particolare, all’evolversi della lingua nazionale in ambito storico, sociale e giuridico, durante i 150 anni dell’Unità d’Italia.

 

Dalla delibera del Collegio degli Accademici della Crusca del 6 novembre 2012:

 

«Forte della sua formazione giuridico-politica, egli ha più volte affermato la funzione istituzionale della lingua, collante sociale e forma viva dello spirito della nazione e strumento per conseguire primarie garanzie democratiche nel processo della comunicazione sociale. Con la sua grande sensibilità civile e politica, maturata attraverso la competenza nel diritto e nell’interpretazione dei principi della Carta Costituzionale, ha colto il valore della forza unificatrice e identitaria che l’italiano, lingua di intellettuali e di popolo, ha sempre esercitato nella storia del Paese, al Nord come al Sud. L’italiano è stato lo strumento del dibattito politico che ha portato all’Assemblea Costituente e alla Repubblica, dalla Liberazione a oggi. Il presidente Giorgio Napolitano si è impegnato con grande generosità intellettuale e politica nelle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia: anche in quest’occasione ha messo più volte l’accento sulla funzione della lingua, sollecitando gli italiani a coltivarla con affetto, rispetto e competenza, quanto mai necessari nel serrato confronto con culture diverse e nel processo di integrazione internazionale»

Leggi la notizia sul sito dell'Accademia della Crusca

Condividi

Leave A Reply

Questo sito utilizza cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione. Esprimi il tuo consenso cliccando sul pulsante 'Accetta'. Se neghi il consenso, non tutte le funzioni di questo sito saranno disponibili.

Voglio saperne di più

Impostazioni Cookie