Punto e a capo del 12 ottobre 2017: un omaggio a Umberto Saba per i 60 anni dalla morte

0

capodistria“Sono più fiero di questo che del Canzoniere”. Il poeta Umberto Saba così scriveva nel 1924 della sua “Libreria antica e moderna” in via San Nicolò a Trieste, acquistata cinque anni prima grazie all’eredità di una zia. Indaga e racconta l’attività di Saba libraio un volume pubblicato dal Comune di Trieste per ricordare il poeta scomparso sessant’anni fa, “La libreria antiquaria Umberto Saba. Il poeta libraio”, con un contributo, fra gli altri, di Marco Menato, direttore della Biblioteca statale isontina di Gorizia.

Ospite della puntata di “Punto e a capo” di giovedì 12 ottobre, Menato ripercorrerà dunque l’attività di Saba imprenditore nel settore del commercio di libri antichi, e del Saba editore (anche di sé stesso): un “lavoro parallelo” che lo occupò per tutta la vita, riservandogli sicurezza economica e soddisfazione personale.

Completa la puntata un altro anniversario, ma più festoso: i quarant’anni degli Studi di Italianistica a Pola, all’Università Juraj Dobrila, con testimonianze raccolte in occasione del convegno celebrativo “Immagini e immaginari della cultura italiana” (Pola, 21-23 settembre 2017).

Per riascoltare la puntata:
http://4d.rtvslo.si/arhiv/punto-e-a-capo/174496129

Condividi

L'Autore

I commenti sono chiusi.