“Incroci di civiltà”: dal 30 marzo Venezia crocevia di culture e linguaggi

0
Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 22/03/2016 - 02/04/2016
Tutto il giorno


logoSi terrà a Venezia, da mercoledì 30 marzo a sabato 2 aprile, il festival letterario “Incroci di civiltà”, ideato e prodotto dall’Università Ca’Foscari in collaborazione con i musei civici della città lagunare. Nato nel 2008, il festival rende omaggio alla secolare tradizione di Venezia, da sempre crocevia di culture e linguaggi, instaurando un dialogo serrato tra autori e lettori, intorno ai temi più pressanti della contemporaneità. Manifestazione dal respiro internazionale, “Incroci di civiltà” ha ospitato nelle passate edizioni scrittori del calibro di Salman Rushdie, Orhan Pamuk, Ludmila Ulitksaya e Elias Khuri. La nona edizione, che partirà tra qualche giorno, vedrà la partecipazione di ventisette scrittori, provenienti da altrettanti Paesi del mondo. I numerosi eventi in programma verteranno sul dialogo tra Oriente e Occidente e sulla pesante influenza che il Novecento ha avuto sulla formazione del mondo contemporaneo.
La manifestazione è stata presentata nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il rettore dell’Università Ca’Foscari Michele Bugliesi, il prorettore alle attività e rapporti culturali Flavio Gregori, la direttrice del Festival Pia Masiero, il direttore della “Fondazione Venezia” Fabio Achilli e l’assessore al turismo e decentramento di Venezia Paola Mar. “Viviamo un periodo storico difficile – ha dichiarato nel corso della presentazione Paola Mar – in cui più che incroci ci sono guerre di civiltà. Oggi sempre più spesso le parole dividono, invece qui diventano occasione di unione, condivisione e incontro. Il Festival è un’occasione per rinnovare quel ruolo di laboratorio di idee e incontro di genti che ha caratterizzato Venezia nei secoli. Sono convinta che quanto verrà realizzato in questi tre giorni costituirà motivo di sviluppo, rinnovo e promozione della variegata eccellenza culturale veneziana e globale”.
Tra le iniziative del festival, si segnala anche la prima assoluta de “L’Inferno di Dante”, progetto realizzato dal musicista veneziano Marco Castelli sulle immagini di uno dei primi e più celebri film muti italiani. La conferenza stampa è stata anche l’occasione per annunciare l’iniziativa, che partirà dal prossimo anno, “Verso Incroci”: una serie di incontri distribuiti sul territorio urbano veneziano, nel corso dei quali docenti ed esperti terranno letture per portare “Incroci” sul territorio e coinvolgere un pubblico sempre più vasto.
Per informazioni sugli ospiti e sul programma degli eventi è possibile visitare il sito www.incrocidicivilta.org.

Condividi

Questo sito utilizza cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione. Esprimi il tuo consenso cliccando sul pulsante 'Accetta'. Se neghi il consenso, non tutte le funzioni di questo sito saranno disponibili.

Voglio saperne di più

Impostazioni Cookie