RTV Capodistria di nuovo sul satellite dal 20 agosto

0

Finalmente una soluzione per RTV Capodistria che dal novembre scorso aveva smesso di trasmettere sul satellite. L’accordo sottoscritto, siglato dall’Università Popolare di Trieste, dalla Rtv Slovenia e dalla Telecom croata (Ht), sarà finanziato con i mezzi del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale della Repubblica Italiana, permetterà la ritrasmissione, in Italia e in Croazia, dei programmi di Radio e TV Capodistria nei sistemi via cavo e via satellite (MaxTv Iptv e MaxTv Sat).

Ecco il comunicato ufficiale di RTV Capodistria

La firma del contratto tra l’Università Popolare di Trieste, la RTV Slovenia e la Telecom croata per la ritrasmissione in Croazia dei programmi di Radio e TV Capodistria nei sistemi via cavo e via satellite (MaxTV IPTV e MaxTV SAT) segna un’importante svolta per quel che riguarda la diffusione dei segnali delle due emittenti minoritarie dopo l’interruzione, nel novembre scorso, delle trasmissioni satellitari.  La sigla dell’accordo, che si finanzierà con i mezzi del Governo italiano, arriva a conclusione di una ampia azione tesa a trovare le modalità migliori per permettere agli appartenenti alla Comunità nazionale italiana in Croazia di continuare a seguire i programmi di Radio e TV Capodistria. Il contratto, della durata, per il momento, di 15 mesi, prevede la distribuzione via cavo del canale televisivo, in alta definizione e in definizione standard, nei pacchetti “italiano” ed “europeo”, e di quello radiofonico, nel pacchetto “base”, di MaxTV nonché la diffusione satellitare dei due canali (il segnale televisivo solo in definizione standard) per il tramite del satellite Eutelsat 16 gradi Est. Da segnalare che questa posizione satellitare è attualmente usata anche dalle Tv nazionali slovena e croata. Gli utenti croati già in possesso dei pacchetti “italiano” ed “europeo” non dovranno pagare alcun sovrapprezzo per poter seguire i due programmi via cavo, mentre gli altri potranno scegliere il pacchetto commerciale loro più confacente. Libera, invece, la ricezione satellitare. Alcune trasmissioni televisive, prive dei diritti di trasmissione all’estero, non saranno visibili.

Dopo il sostegno, negli anni scorsi, al processo di innovazione tecnologica e allo sviluppo della piattaforma multimediale e dell’applicazione per dispositivi mobili dei programmi italiani di Radio e TV Capodistria, segue ora il finanziamento della diffusione dei segnali delle due Emittenti in Croazia. Si tratta, senza dubbio, della dimostrazione tangibile dell’attenzione costante del Governo italiano e delle rappresentanze politiche e istituzionali della Comunità nazionale italiana in Slovenia e Croazia verso il futuro di questi due Programmi. Le direttrici editoriali di Radio Capodistria, che lo scorso anno ha celebrato i settant’anni di attività, e di TV Capodistria, che il prossimo anno festeggerà il mezzo secolo di vita, sono indirizzate sostanzialmente all’attuazione dei diritti costituzionali della Comunità nazionale italiana nel settore della pubblica informazione ma sono rivolte anche al mantenimento e allo sviluppo dell’identità linguistica e culturale della comunità italiana stessa e dei sui contatti con la nazione d’origine, nello spirito dell’interscambio culturale, in uno spazio plurietnico e transfrontaliero.

Condividi

I commenti sono chiusi.