Italia chiama Argentina: a Roma con Victoria Ocampo e la sua rivista Sur

0
Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 12/03/2019
Tutto il giorno

Luogo
Biblioteca - Casa delle Traduzioni


L’editoria argentina attraversa un periodo aureo a metà Novecento, in virtù di numerosi fattori culturali e sociopolitici. Le nuove case editrici che nascono, giovani e dinamiche, si affiancano agli editori attivi da pochi decenni. Victoria Ocampo, fondatrice e direttrice dell’Editorial Sur, si distingue per la capacità di scegliere il meglio della produzione narrativa europea e americana che ripropone tradotta da grandi scrittori argentini, come J. Bianco e J. L. Borges. Inoltre, diversi autori italiani trovano spazio tra le pagine della rivista “Sur” che proprio nel 1953 propone un numero monografico dedicato all’Italia.

In seguito, i lettori ispanofoni accedono a numerose opere di narratori italiani, che trovano interpreti di primo livello in scrittori/traduttori di comprovate qualità espressive. Da A. Moravia a T. Landolfi, da E. Vittorini a G. Piovene, da S. Penna a S. Quasimodo, la diffusione delle opere letterarie italiane in Argentina appare ampia e variegata grazie alla passione, all’impegno e alla professionalità di Victoria Ocampo e di tutta la redazione di Sur.

Condividi