Annunciati i vincitori del Premio Napoli 2015 per la cultura e la lingua italiana

0

fondazionenapoliI riconoscimenti sono andati a Roberto Paci Dalò, Bianca Pitzorno, Paolo Poli e Serena Vitale. I quattro premiati hanno in comune la capacità di essere eclettici e poliedrici e, per questo, in grado di esportare l’immagine di un’Italia dalla creatività dinamica.
Roberto Paci Dalò infatti è compositore, regista teatrale, artista visivo e sonoro, apprezzato da talenti del calibro di John Cage e Alvin Curran. Bianca Pitzorno si è distinta come traduttrice e scrittrice, tradotta in ben 12 lingue con una produzione letteraria che ha colto le prospettive più svariate, da quella infantile a quella femminile. Serena Vitale riceve l’encomio per l’attività svolta nel campo della slavistica, prima attraverso traduzioni, poi attraverso biografie e storie degli autori, nonché una narrazione della sua esperienza personale al crocevia tra cultura italiana e slava. Infine la comicità di Paolo Poli che per anni ha portato nei teatri di tutta Italia ha reinterpretato con ironia autori classici e moderni e pagine insolite della letteratura italiana.

Giunto alla 61esima edizione, il Premio Napoli è il primo e unico riconoscimento italiano consegnato a personalità che si distinguono per il loro contributo alla lingua e alla cultura indipendentemente dalla produzione eminentemente letteraria.

Quest’anno il Premio è dedicato a Ernesto De Martino e Mario Pomilio, due grandi figure della cultura europea, prima ancora che italiana e partenopea, che verranno ricordate con diverse iniziative che coinvolgeranno i vincitori del 2015 nei prossimi mesi tra scuole, accademie, carceri, teatri e piazze della città. La cerimonia di premiazione si terrà a metà dicembre all’Auditorium della Rai di Napoli.

Condividi

I commenti sono chiusi.

Questo sito utilizza cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione. Esprimi il tuo consenso cliccando sul pulsante 'Accetta'. Se neghi il consenso, non tutte le funzioni di questo sito saranno disponibili.

Voglio saperne di più