27 gennaio 1945 – 27 gennaio 2019 La RAI per la Giornata della Memoria

0

Una programmazione per non dimenticare le vittime della Shoah

Speciali approfondimenti saranno offerti da tutte le reti Rai in occasione della Giornata della Memoria che si celebra il 27 gennaio, nel giorno in cui – 74 anni fa – con l’apertura dei cancelli del campo di Auschwitz e la liberazione dei sopravvissuti allo sterminio nazista, il mondo conobbe l’orrore della Shoah. Documentari, film, fiction e dirette si susseguiranno per tutta la settimana in tv, alla radio e sul web in una vera e propria staffetta attraverso i palinsesti.  Un’ampia copertura informativa degli eventi legati alla Giornata sarà assicurata da tutti i Tg e i Gr Rai. In particolare, giovedì 24 gennaio il ricordo delle Istituzioni è affidato al Tg1: dalle 10.55 su Rai1 sarà trasmessa in diretta dal Quirinale la Cerimonia per la Celebrazione del Giorno della Memoria alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Su Rai1 la programmazione dedicata prenderà il via domani, mercoledì 23 gennaio alle 21.25, con la docufiction Figli del destino, la storia di quattro bambini italiani ebrei (Liliana Segre, Lia Levi, Tullio Foà e Guido Cava) vittime della vergogna delle leggi razziali nel 1938. Venerdì 25 gennaio poi, spazio alla ricorrenza a Uno Mattina e a La Vita in diretta in onda alle 16.40 e, ancora, domenica a Uno Mattina in Famiglia e, in serata, a Che Tempo che fa. A chiudere la settimana che la prima Rete dedica al ricordo della Shoah, il 27 gennaio a mezzanotte lo Speciale Tg1 “La Razzia”, un film di Ruggero Gabbai sul rastrellamento del Ghetto di Roma del 16 ottobre ’43: degli oltre 1250 ebrei arrestati e deportati nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau solo 16 superstiti torneranno.
Su Rai2 il ricordo dell’Olocausto è affidato ad una striscia quotidiana di film in seconda serata che ha preso il via lunedì con Il Figlio di Saul e prosegue questa sera -martedì 22 gennaio alle 23- con il film The Eichmann Show- Il processo del secolo, quello che si svolse a Gerusalemme nel 1961 al criminale nazista Adolf Eichmann: il film sarà introdotto da Enrico Mentana. Mercoledì 23 alle 24 verrà proiettato il film In Darkness (il dramma di un gruppo di ebrei che tenta di scampare alla morte nascondendosi nelle fogne di una cittadina nella Polonia occupata dai nazisti). Giovedì 24 gennaio alle 00.50 andrà in onda Anita B, per la regia di Roberto Faenza, storia di un’adolescente di origini ungheresi sopravvissuta ad Auschwitz. Il ciclo sarà chiuso sabato 26 in terza serata con la pellicola Rosen Strasse, un film di Margarethe von Trotta, che ricorda la protesta di centinaia di donne ebree tedesche contro la deportazione dei loro mariti nel 1943.
Anche Rai3 ha voluto dedicare alla Memoria un articolato ciclo di film – pellicole note a livello mondiale –  in onda in prima serata per tre giovedì consecutivi, dal 10 gennaio scorso – Lettere da Berlino, in prima visione TV; poi “Lo Stato contro Fritz Bauer”, il 17 gennaio –  a giovedì 24 gennaio con La verità negata: tratto dal  libro “Denial: Holocaust History on Trial” di Deborah E. Lipstadt, il film racconta della battaglia legale intrapresa dall’autrice, interpretata dal premio Oscar Rachel Weisz, contro il negazionista dell’Olocausto David Irving (Timothy Spall).
Approfondimenti, interviste e filmati sulla Giornata della Memoria anche in tante trasmissioni di Rai3.  Geo se ne occuperà nella puntata di giovedì 24 gennaio  mentre venerdì 25 Chi l’ha visto? alle 11.30 dedicherà un servizio alla sottrazione dei libri della biblioteca ebraica di Roma e Corrado Augias dedicherà all’argomento l’intera puntata di Quante Storie (in onda alle 12.45).  Per un pugno di libri, in onda sabato 26 gennaio alle 18, “giocherà” con Lessico Famigliare di Natalia Ginzburg; il 27 gennaio alle 16.45 a Kilimangiaro sarà oggetto di analisi il capolavoro “La Tregua” di Primo Levi; nella stessa giornata anche a Le ragazze, in onda alle 21.20, Gloria Guida dedicherà la puntata al ricordo. E, ancora, giovedì 24 gennaio a Passato e Presente Paolo Mieli si occuperà delle origini dell’antisemitismo nazista con il professor Emilio Gentile e gli studenti di storia presenti in studio che poi dialogheranno venerdì 25 nella stessa trasmissione con la prof.ssa Anna Foa a proposito di “Exodus”, la fuga degli ebrei nel 1947 su un vecchio piroscafo diretto dal sud della Francia in Palestina. Infine La Grande Storia Anniversari, con un editoriale di Paolo Mieli,  sabato 26 gennaio alle 01.10 se ne occuperà con una puntata dal titolo “I colori dell’orrore: la Shoah’’.
Pellicole intense in grado di far rivivere il dramma saranno proiettate su Rai Movie domenica 27 gennaio a partire dalle 21.10 con il film Il labirinto del silenzio seguito alle 23.15 da Corri ragazzo corri e ancora, a partire dalle 23.15, dai film Mr. Klein e Odio implacabile. Nella stessa giornata su Rai Premium in programma la miniserie dedicata alle conseguenze della follia nazi-fascista in Italia Sotto il cielo di Roma. 

Una giornata di tv tutta dedicata alla memoria è ancora quanto Rai Cultura propone su Rai Storia per domenica 27 gennaio, con approfondimenti anche su Rai5, Rai Scuola e sul web. Tra gli appuntamenti da segnalare su Rai Storia, “Passato e Presente” con Paolo Mieli alle 8.50 sulla “notte dei cristalli”, alle 14.20 sulle origini dell’antisemitismo, alle 20.30 sul ritorno degli ebrei in Israele, dopo la Shoah, e alle 00.30 sul giuramento di fedeltà al fascismo. Alle 15.00, inoltre, “Inferno Mittelbau Dora” racconta il più duro campo di prigionia e di lavoro tedesco, mentre alle 18.00 il doc “Son morto che ero bambino” ripercorre il viaggio di Francesco Guccini ad Auschwitz, un luogo simbolo delle sue canzoni. In prima serata, il film “Ida” di Pawel Pawlikowski, un viaggio nel tempo nella Polonia dell’occupazione nazista e delle persecuzioni degli ebrei, e a seguire Il “Processo alle leggi razziali”, un evento teatrale che racconta la legislazione fascista sulla razza, nel 1938. Documentari e approfondimenti anche su Rai5, che – sempre domenica 27 gennaio – propone in prima serata “Libero è il mio canto”, un concerto con le musiche composte da donne deportate nei lager tedeschi, nei gulag russi, nei campi giapponesi e africani durante la seconda guerra mondiale. Completano il palinsesto di Rai Cultura, infine, lo Speciale “27 gennaio. Giornata della Memoria” su Rai Scuola e il web doc “Shoah, il Giorno della Memoria” sui canali web e social.
Per sottolineare l’impegno del servizio pubblico nella importante e necessaria funzione di ricordare ciò che è stato, da domenica 20 a domenica 27 gennaio sarà programmato su tutte le Reti Rai lo spot prodotto da Rai per il Giorno della Memoria.

RAI RADIO: UN IMPEGNO A 360° PER LA GIORNATA DELLA MEMORIA

Grande impegno delle radio firmate Rai, per la Giornata della Memoria. Le reti tradizionali e quelle digitali dedicheranno spazi ed approfondimenti fin dalle prime ore del mattino. Ad iniziare da Radio1 che già a partire dalle 5.35 proporrà l’intervento del Rabbino di Firenze e concluderà la giornata con la storia del fondatore e primo presidente del Napoli calcio all’interno di ‘Numeri primi’ alle 23.30. Radio Rai Gr Parlamento ‘anticiperà’ di due giorni la Giornata della Memoria: il 25 gennaio alle ore 7.30 con la trasmissione ‘No Profit’ condotta da Paola Severini Melograni, mentre Radio2 se ne occuperà in ‘Caterpillar pm’ alle 18.
Rai Radio3 proporrà “Di coraggio e di viltà”, una storia tra internamento, deportazione e resistenza: il 27 gennaio porterà al pubblico uno speciale condotto da Marino Sinibaldi, dalle 20 alle 22.30, in diretta dal Cinema-Teatro Comunale di Casoli (Ch)dove sono stati internati 208 ebrei stranieri per lo più provenienti dall’Europa dell’Est. Radio3, inoltre, come ogni anno, racconterà il Giorno della Memoria punteggiando tutta la programmazione della settimana. All’appello non poteva mancare Isoradio che, per celebrare il Giorno della Memoria, proporrà una serie di approfondimenti distribuiti nella programmazione quotidiana dell’intera settimana. Tra le Radio digitali, da segnalare Radio Techeté sarà quella più attiva e, per l’occasione, ha modificato il palinsesto. Così, a partire dalle 8 di mattina proporrà diversi speciali raccolti e restaurati dagli archivi Rai. La memoria e non l’oblio, la giustizia e non la vendetta, i fili conduttori.

Condividi

I commenti sono chiusi.

Questo sito utilizza cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione. Esprimi il tuo consenso cliccando sul pulsante 'Accetta'. Se neghi il consenso, non tutte le funzioni di questo sito saranno disponibili.

Voglio saperne di più

Impostazioni Cookie