Sconfinamenti – La programmazione dal 27 aprile al 3 maggio 2020

0

Prosegue la programmazione della trasmissione radiofonica “Sconfinamenti” della Sede Regionale RAI per il FVG (in convenzione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri italiano), curata da Massimo Gobessi: uno spazio quotidiano -ogni giorno dalle 16.00 alle 16.45 e la domenica dalle 14.30 alle 15.30- che è dedicato agli italiani dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia. Viene diffuso in onda media sulla frequenza AM 936 e anche, in diretta streaming, dal sito internet www.sedefvg.rai.it. e copre tutto il bacino dell’alto Adriatico.

La settimana di “Sconfinamenti” inizia lunedì con il consueto appuntamento con l’Università Popolare di Trieste: con il maestro Corrado Moratto, dirigente della banda di Buie si parlerà delle lezioni che, in questo periodo, si tengono online: il complesso bandistico si è cimentato con una registrazione di una marcia che è godibile in Facebook. In apertura i contenuti dell’inserto “In più Spettacoli” del quotidiano italiano dell’Istria e del Quarnero “La Voce del Popolo” della Casa Editrice Edit di Fiume in edicola domani. Ci sarà un aggiornamento con Daniela Dapas presidente della Comunità degli Italiani sulla situazione attuale a Zagabria, a seguito, anche, delle recenti forti scosse di terremoto.

Martedì Carlo Cetteo Cipriani, cultore di storia, membro della Società Dalmata di Storia Patria fondata in Zara, sta raccogliendo testimonianze, idee, prospettive, dei dalmati esuli, e in Dalmazia, e dei dalmatofili, attraverso internet. Oltre all’intenzione di “fare comunità”, l’idea è di pubblicare, successivamente, un volume, quale memoria di questo periodo storico, nella percezione dei dalmati e dalmatofili. A seguire, nel 20° anno dalla sua fondazione, la 18° edizione di “Mailing List Histria”, rivolto agli allievi delle Scuole italiane e ai ragazzi che frequentano le CI con sede in Croazia e Slovenia, che conoscano la lingua italiana o il dialetto locale di origine veneta o istriota. Infine la 27° edizione del premio letterario internazionale “Latisana per il nord-est”, concorso riservato agli scrittori nati o residenti nel Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Veneto, Austria, Croazia e Slovenia, oppure che abbiano ambientato le proprie opere in questo territorio.

Si rinnova, mercoledì, l’appuntamento con l’Unione Italiana. In apertura i contenuti dell’inserto “In più Economia” del quotidiano italiano dell’Istria e del Quarnero “La Voce del Popolo” della Casa Editrice Edit di Fiume in edicola domani.

Giovedì, L’esempio dell’Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina che ha messo a disposizione un numero verde per tutte quelle persone che, in questo periodo di emergenza dettata dal covid-19, si sentano tristi, angosciate, preoccupate, confuse, spaventate o arrabbiate. A questo numero rispondono psicologi e psicoterapeuti di ASUGI che saranno di valido supporto per superare l’attuale momento di difficoltà. Restando in tema, un altro esempio di supporto online, “Solitudini e no”, un progetto biennale avviato con il Comune di Udine a cura di Artess, (oggi associata all’hashtag Emotional Support coronavirus) e Ifotes (la Federazione Internazionale dei servizi telefonici di emergenza), si sposta in streaming e diventa #distanti1metro vicini1secondo. Video-conferenze e incontri online rivolti a tutte le età, anche agli adolescenti.

Venerdì puntata dedicata interamente alla natura, dal cielo alle profondità ipogee. Li vediamo roteare sopra le nostre teste. Sono i rondoni, rondini e balestrucci che annunciano la primavera. Di questi incredibili uccelli se ne prende cura l’associazione “Liberi di volare” onlus di Trieste. A seguire, oltre a scoprire cosa racconta il Proteo ai bambini sui segreti della vita nelle nostre grotte, in questo periodo online, si parlerà della “biospeleologia”, “custodita” all’interno dello Speleovivarium “Erwin Pichl” di Trieste.

Sabato: presentazione del saggio di Vito Fumarola e di Alessandra Coletta “Dall’Istria a Taranto per restare italiani. Ricerche e testimonianze sull’esodo giuliano dalmata in terra ionica”. L’opera ha il doppio pregio di essere la prima ricerca sull’esodo istriano nella provincia di Taranto e di essere fondato su un’accurata ricerca archivistica.

Domenica,  dalla “sanificazione” al “distanziamento”, dal “coronavirus” al “coronabond”, così il covid 19 cambia la nostra lingua: un’interessante conversazione con il lessicografo triestino Mario Cannella, storico curatore del vocabolario della lingua italiana Zingarelli edito da Zanichelli. A seguire il ventiseiesimo appuntamento con “Parole Dentro-la letteratura italiana dell’Istria e del Quarnero nel secondo Novecento”, registrato presso l’Università degli studi Juraj Dobrila di Pola con la professoressa Elis Deghenghi Olujic.

Ricordiamo che “Sconfinamenti” è disponibile anche in podcast dove è possibile riascoltare e scaricare le trasmissioni già andate in onda. L’accesso andrà effettuato sempre dalla pagina web www.sedefvg.rai.it. Cliccando su “ascolta e scarica le puntate” nello spazio “Sconfinamenti” presente nella home page del sito.

 

 

 

Condividi

I commenti sono chiusi.

Questo sito utilizza cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione. Esprimi il tuo consenso cliccando sul pulsante 'Accetta'. Se neghi il consenso, non tutte le funzioni di questo sito saranno disponibili.

Voglio saperne di più

Impostazioni Cookie