Punto e a capo del 30 gennaio 2020 – Finalmente il Dantedì

0

Lunedì, martedì, mercoledì … Dantedì. Ora è ufficiale.

Lo scorso 17 gennaio il governo italiano ha sancito la proposta nata dalle pagine del “Corriere” di istituire in calendario una giornata nazionale per Dante: sarà il 25 marzo, data che gli studiosi riconoscono come possibile inizio del viaggio nell’aldilà raccontato nella “Divina Commedia”. “Importantissimo il coinvolgimento delle scuole”, commenta il professor Domenico De Martino, dantista e direttore artistico del festival Dante 2021, che immagina l’imminente edizione 2020 come una sorta di ‘numero zero’ in attesa del lancio ufficiale che avverrà il prossimo anno, nella ricorrenza del settimo centenario della morte dell’Alighieri. Il festival Dante2021 aveva sostenuto la proposta con un incontro speciale in occasione della sua nona edizione (Ravenna, 11 – 15 settembre 2019).

La trasmissione ricorda quindi i 250 anni della scomparsa di un protagonista della storia musicale italiana ed europea dell’età barocca: il violinista e compositore istriano Giuseppe Tartini, nato a Pirano nel 1692 e scomparso a Padova nel 1770. Il ricco calendario di eventi Tartini 250 predisposto nella città natale per onorarne la memoria è al centro, nel corso della trasmissione, di una conversazione con lo storico Kristjan Knez, vicepresidente della Comunità degli italiani piranese “Giuseppe Tartini”.

Per riascoltare la puntata cliccare qui

 

Condividi

I commenti sono chiusi.