IN ITALIANO, PLEASE! – La lingua italiana, gli anglicismi e il gruppo Incipit per il monitoraggio dei neologismi incipienti

0

logo_coscienzasvizzera_200Coscienza Svizzera è da sempre attenta ai temi linguistici, ma la sua attività in questo ambito si è particolarmente intensificata negli ultimi anni, in relazione al manifesto per un federalismo plurilingue e alla tenda delle lingue, che nel 2005 hanno portato il loro messaggio forte in diverse città svizzere.

È però senz’altro opportuno coniugare l’attenzione al locale (Ticino, Svizzera) con la dimensione globale ed è con questa ambizione che Coscienza Svizzera ha potuto stabilire un rapporto privilegiato con l’Accademia della Crusca, in questo caso  riguardo a un tema così delicato come quello che riguarda i forestierismi e la neologia, ovvero le parole nuove.

“Neologia e forestierismi superflui: ecco un tema che appassiona e coinvolge anche i non addetti ai lavori, pronti a dividersi di fronte a una parola da accettare o respingere. Si può meditare sull’argomento in maniera scientifica, senza eccessivi cedimenti all’esteromania oggi di moda?”

La citazione, sotto forma di domanda, è tratta dagli atti del convegno svoltosi a Firenze nel 2015 La lingua italiana e le lingue romanze di fronte agli anglicismi, curato da Claudio Marazzini (presidente dell’Accademia della Crusca) e da Alessio Petralli (membro del Comitato di Coscienza Svizzera).

Da questo convegno e dalla petizione “#Dilloinitaliano” lanciata da Annamaria Testa, che ha raccolto 70mila firme in poche settimane, è nato il Gruppo Incipit per il monitoraggio dei neologismi incipienti, che si è dato il compito di esprimere un parere sui forestierismi di nuovo arrivo nel campo della vita civile e sociale. Esso respinge ogni autoritarismo linguistico, ma attraverso la riflessione e lo sviluppo di una migliore coscienza linguistica e civile, vuole suggerire alternative al mondo della comunicazione e ai politici.

Del gruppo fanno parte studiosi e specialisti della comunicazione italiani e svizzeri: Michele Cortelazzo, Paolo D’Achille, Valeria Della Valle, Jean Luc Egger, Claudio Giovanardi, Claudio Marazzini, Alessio Petralli, Luca Serianni, Annamaria Testa.

A poco più di un anno dall’inizio delle attività di Incipit, è quindi giunto il momento di un primo bilancio critico, che è stato affidato a Raffaele Simone, illustre intellettuale e linguista italiano, professore emerito di Linguistica dell’Università Roma Tre.

Dopo il suo contributo critico, Raffaele Simone dialogherà con Claudio Marazzini e Alessio Petralli, e con il pubblico presente in sala. Moderatore della serata sarà Stefano Vassere, direttore delle Biblioteche cantonali e del Sistema SBT.

Condividi

I commenti sono chiusi.

error: Content is protected !!

Questo sito utilizza cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione. Esprimi il tuo consenso cliccando sul pulsante 'Accetto tutti i cookie', oppure clicca sull'icona a sinistra per accedere alle impostazioni personalizzate. Se neghi il consenso, non tutte le funzioni di questo sito saranno disponibili. Potrai modificare le tue preferenze in qualsiasi momento, dalla pagina Cookie Policy

Impostazioni Cookie

Cookie TecniciIl nostro sito utilizza cookie tecnici. Si tratta di cookie necessari per il funzionamento del sito.

Cookie AnaliticiIl nostro sito utilizza cookie analitici, per permettere l'analisi del nostro sito e per ottimizzarlo ai fini dell'usabilità.

Cookie Social MediaIl nostro sito utilizza cookie Social Media, per mostrare contenuti di terze parti, come YouTube e FaceBook. Questi cookie potrebbero tracciare i vostri dati personali.

Cookie di MarketingIl nostro sito utilizza cookie di marketing, per mostrare annunci di terze parti basati sui tuoi interessi. Questi cookie potrebbero tracciare i tuoi dati personali.

Altri cookieIl nostro sito utilizza cookie di terze parti che non sono analitici, di Social Media né di Marketing.