L’Osservatorio degli italianismi nel mondo (OIM)

0

L’Osservatorio degli italianismi nel mondo (OIM) nasce dalla prima opera lessicografica comparativa che abbia preso in esame l’italiano come lingua donatrice storica per l’innovazione lessicale in tre grandi lingue europee – il Dizionario di italianismi in francese, inglese, tedesco (DIFIT), diretto da Harro Stammerjohann e apparso nella collana “Grammatiche e lessici pubblicati dall’Accademia della Crusca” nel 2008. L’opera comprende ca. 5.000 lessemi italiani che hanno lasciato tracce (in parte solo temporanee) in una, due o tre delle lingue esaminate.

Questo sito internet offre il DIFIT nella forma di una banca dati interrogabile, dopo una procedura di revisione e di ricategorizzazione. In seguito, essa verrà completata dagli italianismi descritti per altre lingue riceventi.

L’OIM fa parte del progetto di ricerca VIVIT dell’Accademia della Crusca (“VIVI ITALIANO. Archivio digitale integrato di materiali didattici, testi e documentazioni iconografiche e multimediali per la conoscenza all’estero del patrimonio linguistico e storico-culturale italiano, con particolare riguardo e destinazione a italiani all’estero di seconda e terza generazione”).

I prossimi 4 e 5 aprile si parlerà del Progetto OIM in un Colloquio che si terrà presso la sede dell’Accademia della Crusca a Firenze in via di Castello 46.

Questo è il programma:

Giovedì 4 aprile
Inizio lavori 11.00
Saluto del Presidente dell’Accademia della Crusca Claudio Marazzini
Luca Serianni, Matthias Heinz, Lucilla Pizzoli
Introduzione
11.40
Marco Biffi, Giovanni Salucci, Irene Fabbri (Firenze)
Innovazioni nella nuova piattaforma OIM
12.30
Monika Messner (Salisburgo)
Gli italianismi nel tedesco comune: revisione, estensione e ricerche approfondite
13.00 – 14.30 Pausa pranzo
14.30
Paolo Silvestri (Siviglia) e Gloria Clavería (Barcellona)
Gli italianismi dello spagnolo nell’OIM: passato, presente e futuro
15.00
Gloria Clavería (Barcellona) e Carolina Julià (Madrid)
Da bergantí a focaccia: biografia degli italianismi del catalano nel OIM
15.40
Elżbieta Jamrozik (Varsavia) e Roman Sosnowski (Cracovia)
Integrato o non integrato? Adattamenti fonetici e morfologici degli italianismi in polacco
16.20 – 16.40 Pausa caffè
16.40
Franco Pierno (Toronto)
Italianismi nell’inglese canadese. Un aggiornamento
17.20
Monica Barsi, Cristina Brancaglion (Milano)
I dizionari delle francofonie: una risorsa per la ricerca degli italianismi nel mondo
18.00 Conclusione prima giornata
19.30 Cena

 

Venerdì 5 aprile

9.30
Yorick Gomez Gane (Cosenza)
Ipotesi di lavoro dalla fucina dell’OIM: dall’italiano brutto ‘sporco’ al catalano brut ‘id.’?

9.50
Giuseppe Brincat (Malta)
Gli italianismi nel maltese: numeri e tipologia delle voci maltesi
10.20
Clara Bulfoni (Milano, in collaborazione con Lin Yang e Letizia Vallini, Università Nankai, Tianjin)
OIM, il caso cinese. Metodi e prospettive di ricerca
10.50-11.00 Pausa caffè
11.00

Domenica Minniti (Atene)
Gli italianismi nel neogreco
11.30
Aleksandra Saržoska e Ruska Ivanovska-Naskova (Skopje)
Gli italianismi nel macedone: ricerche passate e prospettive
12.00
Lorenzo Coveri (Genova)
I dialettismi nella banca dati del DIFIT
12.30 Conclusione dei lavori

Condividi

I commenti sono chiusi.

Questo sito utilizza cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione. Esprimi il tuo consenso cliccando sul pulsante 'Accetta'. Se neghi il consenso, non tutte le funzioni di questo sito saranno disponibili.

Voglio saperne di più

Impostazioni Cookie