Sconfinamenti – la programmazione dal 31 agosto al 6 settembre 2020

0

Prosegue la programmazione della trasmissione radiofonica “Sconfinamenti” della Sede Regionale RAI per il FVG (in convenzione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri italiano), curata da Massimo Gobessi: uno spazio quotidiano -ogni giorno dalle 16.00 alle 16.45 e la domenica dalle 14.30 alle 15.30- che è dedicato agli italiani dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia. Viene diffuso in onda media sulla frequenza AM 936 e anche, in diretta streaming, dal sito internet www.sedefvg.rai.it. e copre tutto il bacino dell’alto Adriatico.

la settimana di Sconfinamenti si apre, lunedì, con il nuovo numero de “L’Arena di Pola”, mensile di attualità, storia e cultura giuliano-dalmata, organo dell’Associazione Italiani di Pola e Istria-Libero Comune di Pola in Esilio. A seguire, il “Festival mondiale della canzone funebre 2020”, che si svolgerà dal 29 ottobre al 2 novembre, in Friuli.  Il Festival, perpetua, con un tocco di modernità, l’antica tradizione di Rivignano per la quale, dopo aver dedicato la giornata del 2 novembre al compianto dei defunti, le persone si ritrovavano in piazza alla sera per celebrare la morte e la vita, scacciando la paura col tradizionale e rumoroso “Bal sul Breâr”.

Martedì, il convegno di studi e tavola rotonda “D’Annunzio legislatore. Costituzioni, visioni, utopie dell’Impresa fiumana”, in programma per il 4 e 5 settembre a Pescara. L’iniziativa, promossa fra gli altri dalla Fondazione Vittoriale degli Italiani, dalla Città di Pescara e dalla Regione Abruzzo, continua la serie di iniziative presentate dalla Fondazione Vittoriale in occasione del Centenario dell’Impresa di Fiume. Si resterà quindi nel campo della storia fiumana, con le novità dell’Archivio Museo Storico di Fiume e della Società di Studi Fiumani. Tra gli ultimi traguardi, la consultazione via web dei materiali custoditi dalla Società e dal suo Archivio, grazie alla piattaforma “Lazio ‘900” e la pubblicazione dello Stradario Giuliano Dalmata di Roma ad opera di Marino Micich e Gianclaudio de Angelini.

Mercoledì: “111 luoghi di Trieste che devi proprio scoprire” è l’ultimo lavoro di Alessia Biasatto (Emons Ed.) Una guida agile che accompagna il lettore attraverso la storia e le tante curiosità del Capoluogo giuliano. Si prosegue con la raccolta di poesie della connazionale istriana Martina Dagostini “Terra, Acqua, Pane”. Una raccolta nata da anni di riflessioni ed esperienze che si può paragonare ad un “libretto delle istruzioni” dell’autrice legata all’Istria da un amore profondo.

È un percorso di economia, estetica e storia, quello di cui si parlerà giovedì, con la presentazione della mostra “Modiano – 150 anni di arte e impresa”, allestita dall’IRCI-Istituto Regionale per la Cultura Istriano-Fiumano-Dalmata presso il Civico Museo della Civiltà istriana-fiumana-dalmata di Trieste. Così viene onorata l’azienda triestina nei suoi centocinquant’anni di attività, azienda che per l’occasione contribuisce con i materiali del suo archivio storico.

Venerdì: l’inferno di Goli Otok viene raccontato da Umberto De Pace nel libro “D’amore e orrore”, (Bellavite Ed.). E’ l’autunno del 2010 quando l’autore, colpito dallo spettacolo “Goli Otok. Isola della Libertà” di Renato Sarti, comincia ad approfondire le vite di Aldo Juretich e sua moglie Ada Apruzzese, internati nel campo e sopravvissuti all’orrore grazie all’amore. A seguire, il quarantaquattresimo appuntamento con “Parole Dentro-la letteratura italiana dell’Istria e del Quarnero nel secondo Novecento”, registrato presso l’Università degli studi Jurai Dobrila di Pola con la professoressa Elis Deghenghi Olujic.

Sabato, nella registrazione effettuata a Capodistria, lo storico Kristjan Knez, ripercorre, a pochi mesi dal fatidico “Natale di sangue” del 1920, le vicende che portarono alla cosiddetta “impresa di Fiume di Gabriele D’Annunzio.

Nona puntata, domenica, de “Il concerto che vorrei”.

Ricordiamo che “Sconfinamenti” è disponibile anche in podcast dove è possibile riascoltare e scaricare le trasmissioni già andate in onda. L’accesso andrà effettuato sempre dalla pagina web www.sedefvg.rai.it. Cliccando su “ascolta e scarica le puntate” nello spazio “Sconfinamenti” presente nella home page del sito.

Nella foto: dalla mostra su Modiano.

Condividi

I commenti sono chiusi.