Sconfinamenti – La programmazione dal 1 al 7 giugno 2020

0

Prosegue la programmazione della trasmissione radiofonica “Sconfinamenti” della Sede Regionale RAI per il FVG (in convenzione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri italiano), curata da Massimo Gobessi: uno spazio quotidiano -ogni giorno dalle 16.00 alle 16.45 e la domenica dalle 14.30 alle 15.30- che è dedicato agli italiani dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia. Viene diffuso in onda media sulla frequenza AM 936 e anche, in diretta streaming, dal sito internet www.sedefvg.rai.it. e copre tutto il bacino dell’alto Adriatico.

La settimana di “Sconfinamenti” inizia lunedì con il consueto appuntamento dedicato all’Università Popolare di Trieste. Ci sarà, anche quest’oggi, una parentesi: una riflessione sull’attuale situazione dei lavoratori transfrontalieri che giornalmente attraversano il confine italiano, sloveno e croato con Michele Berti, responsabile del Dipartimento Internazionale dell’Unione Regionale UIL Friuli Venezia Giulia.

Martedì: l’affascinante figura di Francesco Babudri, irredentista ed intellettuale poliedrico vissuto a cavallo tra 19° e 20° secolo, che divise la propria esistenza fra Trieste, l’Istria e la Puglia, lasciando una molteplicità di scritti e trattati sulle civiltà di queste aree geografiche. Ce ne parla, da Bari, Pasquale Corsi, autore del saggio “Francesco Babudri dall’Istria alla Puglia: un percorso attraverso le tradizioni popolari, la poesia e la storia”, (Biblioteca Amalfitana) contenuto all’interno del volume “Amalfi, il Mezzogiorno e il Mediterraneo”. A seguire, sempre ad opera di Corsi, il saggio “Per una memoria condivisa: bibliografia minima giuliano-dalmata”, pubblicato nel libro “Itinerari di ricerca III” (Levante ed.). In conclusione, Riccardo Caimmi, presenta uno dei suoi ultimi lavori: “Spedizioni navali della Repubblica di Venezia alla fine del Settecento” (Itinera Progetti).

Si rinnova, mercoledì, l’appuntamento con l’attività dell’Unione Italiana. Con una “finestra” su una particolarità tutta triestina. I ricreatori comunali: la lunga attività di una di queste benemerite strutture, il “Giglio Padovan” che ha visto crescere generazioni di ragazze e di ragazzi. Dalla fondazione, nel 1908, alle ultime iniziative del suo Comitato Ex Allievi.

Giovedì puntata dedicata a Pasquale De Simone, esule da Dignano, Sindaco di Gorizia durante gli anni Settanta e fautore di una politica di buon vicinato e di sviluppo con Nova Gorica che anticipò i tempi attuali. Direttore de “L’Arena di Pola”, si fece portavoce della diaspora istriana, sempre al servizio della comunità.

Venerdì In apertura i contenuti dell’inserto “InPiùDalmazia” del quotidiano italiano dell’Istria e del Quarnero “La Voce del Popolo” della Casa Editrice Edit di Fiume in edicola domani. A seguire la drammatica storia di Alessandro Kroo, ebreo di origini ungheresi vissuto a Fiume, che vide stravolgere la sua vita e quella dei suoi cari durante la seconda guerra mondiale. Deportato dalle SS, passò per Trieste, alla la Risiera di San Sabba prima dell’internamento ad Auschwitz. Sopravvissuto, benché anziano, si rese custode della Memoria della Shoah, partecipando al documentario per Rai Storia del regista Piero Farina “Per ignota destinazione”.

Sabato presentazione del libro di Giovanna Tesser “Prima che la Jugoslavia finisse” (Infinito Ed.): “chi legge questo romanzo storico compie un viaggio attraverso la Jugoslavia e la sua storia” (Giacomo Scotti). A seguire un omaggio alla grande scrittrice della comunità nazionale italiana Nelida Milani, riandando con la memoria al 1991 all’uscita, nelle librerie del suo celeberrimo “Una valigia di cartone” (Sellerio).

Domenica presentazione del libro di Laila Wadia “Il testimone di Pirano” (Infinito Ed.): “Il lavoro di Laila Wadia scopre, con un soffio delicato, lo strato di polvere che l’incuria per la nostra storia e le nostre radici ha lasciato che si posasse e riporta all’attualità una vicenda che ogni nostro concittadino dovrebbe conoscere. È una parte di noi che riemerge dalla voragine mai piena dell’oblio” (Luca Leone) A seguire il trentunesimo appuntamento con “Parole Dentro-la letteratura italiana dell’Istria e del Quarnero nel secondo Novecento”, registrato presso l’Università degli studi Juraj Dobrila di Pola con la professoressa Elis Deghenghi Olujic.

Ricordiamo che “Sconfinamenti” è disponibile anche in podcast dove è possibile riascoltare e scaricare le trasmissioni già andate in onda. L’accesso andrà effettuato sempre dalla pagina web www.sedefvg.rai.it. Cliccando su “ascolta e scarica le puntate” nello spazio “Sconfinamenti” presente nella home page del sito.

FOTO 1940: I ragazzi del Ricreatorio Comunale “G. Padovan” ai microfoni dell’EIAR.

 

 

 

 

 

 

Condividi

I commenti sono chiusi.

Questo sito utilizza cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione. Esprimi il tuo consenso cliccando sul pulsante 'Accetta'. Se neghi il consenso, non tutte le funzioni di questo sito saranno disponibili.

Voglio saperne di più

Impostazioni Cookie