Punto e a Capo del 5 dicembre 2019 – L’italiano fuori dall’Italia

0

L’italia è bella perché è varia. E non bisogna certo essere linguisti di professione per accorgersi di come l’italiano sia di volta in volta parzialmente diverso da un’area geografica all’altra.

Uno dei tratti più vistosi dell’italiano regionale è la pronuncia. Manca uno standard parlato – spiegano gli studiosi – perché la pronucia dell’italiano che si è formata a partire dall’Unità ha subito una forte interferenza delle fonologie locali, ossia dei tanti dialetti che si parlavano e tuttora si parlano nella penisola.

E alla periferia dell’area linguistica italiana? In questa puntata alcune caratteristiche della pronuncia dell’italiano nei territori istriani di confine.

Riascolta qui la puntata

La rubrica “Leggio”

Condividi

I commenti sono chiusi.

Questo sito utilizza cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione. Esprimi il tuo consenso cliccando sul pulsante 'Accetta'. Se neghi il consenso, non tutte le funzioni di questo sito saranno disponibili.

Voglio saperne di più

Impostazioni Cookie