Italia viaggio nella bellezza – Luni. La città di marmo

0

607px-rai_storia_2010_logo.svg_Un viaggio tra i resti dell’antica città romana di Luni. La colonia romana di età repubblicana fondata dopo la lunga guerra contro i Liguri, che – nonostante un’evidente inferiorità militare – tennero testa a lungo ai romani. Una colonia che serviva a controllare il territorio e il porto sul fiume magra. La nuova città viene dedicata alla stessa divinità già venerata dai liguri: la Dea Luna.

Grazie sopratutto al controllo del porto, fin dalla sua fondazione la colonia di Luni gode di un discreto benessere.  Ma è in età imperiale che Luni diventa ricca e splendida grazie allo sfruttamento della cave di marmo. In età cristiana, Luni è sede vescovile, centro della diocesi della lunigiana, ed è la custode del Preziosissimo sangue di Cristo.  Portata dallo stesso Dante come esempio di città anticamente splendida ormai defunta, dopo il 1204 Luni non viene soltanto abbandonata, ma addirittura depredata dei suoi marmi e delle sue vestigia.

Condividi

I commenti sono chiusi.

Questo sito utilizza cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione. Esprimi il tuo consenso cliccando sul pulsante 'Accetta'. Se neghi il consenso, non tutte le funzioni di questo sito saranno disponibili.

Voglio saperne di più

Impostazioni Cookie