Rai e Google: un accordo per il cinema

0

googleraiRai e Google hanno siglato un accordo che permetterà agli utenti di Google Play – il negozio online di Google dedicato all’intrattenimento digitale, che oggi include applicazioni, giochi, musica, eBook, riviste e film – di accedere ad un catalogo di centinaia di film tratti dal catalogo Rai Cinema.

L’intesa tra Google Play e Rai Com, la consociata Rai che si occupa della valorizzazione dell’offerta di contenuti audiovisivi tramite internet, è stata presentata da Luigi Gubitosi, Direttore Generale Rai, Paolo Del Brocco, Amministratore Delegato Rai Cinema, Fabio Vaccarono, Country Managing Director di GoogleItaly e da Stephen Nuttall, Senior Director Google e YouTube.

Grazie all’accordo, i film distribuiti da Rai Cinema saranno acquistabili o noleggiabili nella sezione “Film” di Google Play, andando così a rafforzare l’offerta di contenuti digitali dello store online di Google. Un’apposita sezione RaiCinema all’interno di Google Play Film darà alle persone accesso al catalogo completo di pellicole, dai grandi classici alle ultime novità in sala. Già dal 25 marzo sarà possibile accedere attraverso lo store di Google a 180 pellicole e altre centinaia saranno presto disponibili.
Inoltre, dal 25 marzo al 25 aprile, una raccolta speciale di titoli della library di Rai Cinema sarà disponibile su Google Play Film ad un prezzo promozionale. La selezione comprende alcuni tra i successi cinematografici maggiormente apprezzati dal grande pubblico: Qualunquemente, Rush, Educazione Siberiana, La mafia uccide solo d’estate, The wolf of Wall Street e Il Capitale Umano.

“L’accordo ha tre obiettivi – dichiara Luigi Gubitosi, Direttore Generale Rai, in conferenza stampa a Viale Mazzini -. Primo, dare la massima visibilità ai film italiani, quindi utilizzare tutte le piattaforme disponibili. Google si aggiunge ad altre piattaforme già in atto, gli accordi non sono esclusivi. Secondo, l’effetto che ne scaturisce è che continuiamo a valorizzare i produttori indipendenti per nuove fonti di ricavo con il video on demand. Terzo, si rafforza l’offerta legale di film, nell’ottica di prevenzione della pirateria con una fruizione legale. Google è un partner estremamente qualificato. Auspichiamo nuove possibilità in altri settori con Google”.

“La Rai – spiega Paolo Del Brocco, Amministratore Delegato Rai Cinema – come operatore pubblico deve aprire nuovi mercati con nuove tecnologie e far fruire il cinema su tutte le piattaforme. L’obiettivo che ci siamo dati sin dall’inizio e che oggi completiamo con un operatore così importante. I nostri film sono tanti, molti sono sati coprodotti, ma per altri siamo distributori”.

“L’accordo – specifica poi l’Ad di Rai Cinema – vale per l’Italia. Con RaiCom stiamo ragionando sul come ampliare questo accordo all’estero. L’attuale meccanismo di distribuzione internazionale lo impedisce sui film già fatti, sul futuro vedremo come poteremo fare”. E Gubitosi sottolinea in merito: “Con la crescita di Internet bisognerebbe spostare l’acquisto di diritti dall’Italia alla lingua italiana. Il mercato mondiale va geograficamente non per tipologie. Le trattative partono da un discorso geografico e non di comunità linguistiche, verificheremo se sarà possibile cambiare”.

Come funziona Google Play? Stephen Nuttall, Senior Director Google e YouTube Emea, spiega che i film si possono noleggiare o acquistare, quindi salvare in memoria e vederli off line oppure se la fruizione è in streaming il sistema riparte automaticamente da dove si era lasciata la visione. Gogle Play, piattaforma per contenuti, è fruibile su dispositivi android ed anche Ios della Apple, in circa 190 paesi.

Condividi

I commenti sono chiusi.

error: Content is protected !!