Premio RSI 2015: vince il documentario “L’Oro di Riace” di Nicola Agostinetti

0

RSI_1_P151Una vicenda di accoglienza e integrazione di migranti nel Comune calabrese di Riace  è il filo conduttore de “L’oro di Riace” il documentario di Nicola Agostinetti. La Giuria presieduta da Diana Segantini e composta da Lina Bertola, Andrea Fazioli, Federico Jolli e Aixa Andreetta, lo ha decretato vincitore con la seguente motivazione: “Per la delicatezza e l’intensità con cui racconta una storia di accoglienza, in un calibratissimo intreccio di voci, suoni e atmosfere musicali. Un tema di attualità scottante viene rivisitato da un punto di vista in apparenza marginale, ma capace di suscitare commozione e speranza”.

In tutto sono stati 17 i lavori selezionati dalla Giuria che ha anche assegnato una menzione speciale al documentario di Lara Montagna per Il richiamo dell’alpe e un’altra menzione al documentario di Mattia Lento e Manuela Ruggeri per Viaggiatori.
Nato nel 1968 come Premio Canevascini e giunto alla 17.esima edizione, il Premio RSI si prefigge di stimolare la produzione di documentari radiofonici, un genere per il quale la RSI vanta una lunga e consolidata tradizione.

I tre documentari vincitori verranno diffusi dalla Rete Uno della RSI,  rispettivamente il 4 giugno (L’Oro di Riace), l’11 giugno (Il richiamo dell’alpe) e il 18 giugno (Viaggiatori) alle ore 17.05 all’interno del programma Il documentario.

Altre informazioni sul Premio RSI, sulla sua storia e sui vincitori precedenti al seguente link: Premio RSI

Condividi

I commenti sono chiusi.

error: Content is protected !!