Istriagog

0

Questo romanzo restituisce la biografia intima di un luogo e di un’epoca che appartengono alla Storia non soltanto italiana. Tra i virtuosistici incastri della vita del luogo fisico si snodano le sorti degli abitanti di un piccolo borgo istriano: è l’epopea delle famiglie che hanno vissuto l’antica Spada, hanno lì lavorato, generato figli, assistito al mutamento indotto dal tempo e dalle nuove geometrie architettoniche.

Microstorie di vita materiale, narrate con l’insistita adesione a sentimenti di un tempo che, nelle mutate dimensioni psicologiche del mondo, appare ormai lontano e quasi smarrito.

Il lettore istriano vi troverà come una parte di se stesso, una sua voce segreta, ineliminabile; ogni altro lettore vi scoprirà una guida insieme razionale e sentimentale in quella parte della storia e della cultura italiana che si chiama Istria.

ALJOŠA CURAVIC è giornalista. Nato a Umago, ora in Croazia, si è laureato a Firenze in Letteratura italiana contemporanea. Attualmente è caporedattore responsabile dei programmi
radiofonici per la comunità nazionale italiana della radio televisione pubblica della Slovenia.
Collabora con quotidiani in lingua italiana e slovena. Ha all'attivo alcune pubblicazioni di prosa e poesia, tra cui i romanzi Sindrome da frontiera e A occhi spenti (pubblicato a Fiume) e la silloge Silenziario, premiata al concorso d'arte e cultura “Istria Nobilissima 2003”.

Condividi

Leave A Reply

Questo sito utilizza cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione. Esprimi il tuo consenso cliccando sul pulsante 'Accetta'. Se neghi il consenso, non tutte le funzioni di questo sito saranno disponibili.

Voglio saperne di più

Impostazioni Cookie