Il friulano – La Lingua Batte del 23/04/2017

0

linguabatte

In questa puntata si parla del friulano. Ce fas tu? Era la frase usata da Dante nel De vulgari eloquentia per caratterizzare il friulano. Ce fas tu? Che fai tu, friulano? È proprio quello che ci siamo chiesti nella puntata di oggi, domenica 23 aprile.

Giuseppe Antonelli intervista Flavio Santi, linguista, traduttore, scrittore di origini friulane, che ha appena pubblicato per Mondadori L’estate non perdona; a rispondere al dubbio linguistico dell’ascoltatrice Valentina ci sarà Silverio Novelli.

Nello spazio del saggio Luca Melchior, insegnante di linguistica romanza alla Karl-Franzens-Universität di Graz, membro del comitato di redazione della rivista scientifica friulanistica “Ce fastu?, presenta il Manuale di linguistica friulana, di cui è curatore insieme a Sabine Heinemann pubblicato nel 2015 dall’editore de Gruyter. Ospite dello scuolapop Davide Toffolo, frontman del gruppo rock italiano i Tre allegri ragazzi morti, presenta l’ultimo album Inumani.

Cristina Faloci intervista Angela Felice, direttrice del Centro studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa dal 2009, responsabile editoriale della collana Pasolini Ricerche di Marsilio, e autrice del saggio L’utopia di Pasolini, che uscirà a breve.

In chiusura Mauro Covacich, scrittore italiano nato a Trieste. Autore di diversi libri di narrativa, tra cui Trieste sottosopra (Laterza 2006), Prima di sparire (Einaudi 2008), A nome tuo (Einaudi, 2011). Il suo ultimo libro, uscito nel 2017 per La Nave di Teseo s’intitola Le città interiori.

L’immagine è stata scattata nella provincia di Udine (zona Valle del Torre) dal fotografo Roberto Taddeo nel giugno 2016.

Per riascoltare la puntata:
http://www.lalinguabatte.rai.it/dl/portaleRadio/media/ContentItem-f64f1e03-33d5-48d3-a5ca-616b02f0b453.html

Condividi

I commenti sono chiusi.

error: Content is protected !!