De genere: scrittura, sostantivo femminile singolare – La Lingua Batte del 15/10/2017

0

linguabatte

Questa settimana a “La lingua batte”

Valeria Parrella, scrittrice, nel 2003 esordisce con la raccolta di racconti Mosca più balena, con cui vince il Premio Campiello Opera Prima. Nel 2007 inizia la sua attività teatrale, pubblicando Il verdetto (Einaudi), poi messo in scena da Cristina Donadio presso il Teatro Stabile di Napoli. Nel 2008 esce il suo primo romanzo, Lo spazio bianco, da cui sarà tratto l’omonimo film diretto da Francesca Comencini. Tra le altre sue opere teatrali si ricordano: Ciao maschio (Bompiani, 2009), Tre terzi (Einaudi, 2009), Antigone (Einaudi, 2012). È inoltre autrice dei romanzi Ma quale amore (Rizzoli, 2010), Lettera di dimissioni (Einaudi, 2011) e Tempo di imparare (Einaudi, 2014).

Carola Susani, scrittrice. Nel 1995 pubblica il suo primo romanzo, Il libro di Teresa (Giunti). È autrice di alcuni romanzi per ragazzi, tra cui Il Licantropo (Feltrinelli, 2002) e Cola Pesce (Feltrinelli, 2004). La sua raccolta di racconti Pecore vive (minimum fax, 2006) arriva finalista al Premio Strega 2007. I suoi ultimi lavori sono L’infanzia è un terremoto (Laterza, 2008), Mamma o non mamma (Feltrinelli, 2009), scritto con Elena Stancanelli, ed Eravamo bambini abbastanza (minimum fax, 2012).
Silverio Novelli risponde al dubbio dell’ascoltatore Ennio

Nada è una cantante, scrittrice, cantautrice e attrice italiana. All’età di quindici anni debutta al Festival di Sanremo con Ma che freddo fa.  Nel 1971 vince il celebre concorso canoro con Il cuore è uno zingaro. Dal 1997 fa parte, insieme con Fausto Mesolella e Ferrucio Spinetti, del Nada Trio, un nuovo progetto che segna una svolta nella sua ricerca musicale. Nel 2008 pubblica Stazione Birra, il suo primo album live, e il suo romanzo autobiografico Il mio cuore umano (Fazi Editore), diventato l’anno successivo uno spettacolo teatrale, Musicaromanzo. Ha poi pubblicato La grande casa (Bompiani, 2012) e Leonida (Atlantide, 2016).

Elisa Giomi, Sveva Magaraggia, Relazioni brutali. Genere e violenza nella cultura mediale, Il Mulino 2017

Elisa Giomi insegna Sociologia della Comunicazione e dei media all’Università Roma Tre. Ha scritto numerosi studi sui linguaggi e pubblici televisivi e sulle rappresentazione di genere nei media. Tra i suoi ultimi lavori ricordiamo: Gender e media (edizioni Pigreco) e, appena uscito per il Mulino e firmato con Sveva Magaraggia: Relazioni brutali. Genere e violenza nella cultura mediale.

Sveva Magaraggia insegna Metodi di ricerca qualitativa all’Università di Milano Bicocca. Tra i suoi libri: Genere e partecipazione politica, scritto con Giovanna Vingelli per Franco Angeli  e, con Daniela Cherubini Uomini contro le donne? Le radici della violenza maschile pubblicato da Utet. L’intervista è di Cristina Faloci

Franca Viola raccontata da Giordano Meacci

Condividi

I commenti sono chiusi.

error: Content is protected !!