5, 6 e 7 aprile a Torino la Finale delle Olimpiadi di italiano: un’edizione da primato

0

locandina olimpiadiDal 5 al 7 aprile si terranno a Torino le finali delle Olimpiadi di italiano edizione 2017. Il programma della tre giorni è ricco di ospiti che si confronteranno in diverse occasioni con i finalisti della competizione.

Le finaliste e i finalisti arrivano dalle scuole di tutta Italia e dagli istituti italiani all’estero e hanno superato una dura selezione: quest’anno hanno partecipato alle Olimpiadi in oltre 57.000. Per salire sul podio dovranno dimostrare padronanza della grammatica, efficacia nell’uso della lingua, destrezza nel lessico, abilità nel dominare le sfumature dell’italiano.

Olimpiadi da primato

I numeri delle Olimpiadi vanno oltre ogni aspettativa: in due anni sono più che raddoppiati le partecipanti e i partecipanti. Quest’anno 57.424 tra studentesse e studenti hanno aderito alle fasi di selezione (di istituto e regionali). Un numero più grande degli abitanti di Foligno o Manfredonia, o di capoluoghi come Cuneo o Teramo.

La crescita delle iscrizioni in un anno è stata del 32%, pari a quasi 14mila fra studentesse e studenti, circa 33mila in più se si fa il confronto con il 2015.  Le ragazze partecipanti sono state 35.743, mentre 21.681 i ragazzi, anche se poi questi ultimi sono più numerosi nella fase finale: 43 a 37. Coinvolte 1.113 scuole contro le 875 del 2016 (+27%). Prevalgono gli indirizzi liceali (con 791 scuole), ma cresce la partecipazione dei tecnici e dei professionali: sono quasi il 30% con 227 e 75 istituti (rappresentavano il 23% l’anno scorso). Le scuole italiane all’estero sono presenti con 22 istituti iscritti e 430 partecipanti.

Due finalisti provengono da scuole dei territori colpiti dal sisma.

La gara: quattro ore per conquistare il titolo

Le Olimpiadi sono gare individuali di lingua italiana per gli studenti delle scuole secondarie di II grado. Due le sezioni: Scuole italiane e Scuole italiane all’estero. Ciascuna sezione si articola in categoria Junior (primo biennio) e Senior (gli ultimi tre anni).

Le selezioni si sono svolte online, con domande a risposta chiusa. I finalisti invece avranno 240 minuti per una prova scritta in cui dovranno dimostrare la padronanza della lingua. A valutare gli elaborati sarà la giuria presieduta da Gian Luigi Beccaria.

Per la Finale delle Olimpiadi di italiano e le Giornate della lingua italiana un programma ricco di ospiti e interventi.

Il 5 aprile la ministra dell’istruzione Fedeli aprirà il lavori con i saluti ufficiali, a seguire una tavola rotonda intitolata “La rivoluzione nella linguistica moderna e l’eredità di Tullio De Mauro” per celebrare l’anniversario della pubblicazione del Corso di linguistica generale di Ferdinand de Saussure e in ricordo di Tullio De Mauro.

il giorno successivo, 6 aprile alle ore 9, inizieranno  le competizioni e nel pomeriggio saranno presentate le prove assegnate ai finalisti. Per chiiudere la giornata la tavola rotonda “Follia, fantasia e tragedia in Ludovico Ariosto e Luigi Pirandello”, in occasione dell’anniversario della pubblicazione della I edizione dell’Orlando Furioso e dei 150 anni dalla nascita di Luigi Pirandello.
Infine il 7 aprile le premiazioni precedute da un incontro dei concorrenti con la giuria, scrittori e linguisti.


Per maggiori dettagli vi invitiamo a scaricare dai link qui in basso il programma completo. 

Sul sito delle Olimpiadi di italiano troverete i profili di tutti i finalisti.

Manifesto: https://goo.gl/Ry2VNj
Locandina: https://goo.gl/yVrPON

 

Le Olimpiadi di Italiano sono una competizione organizzata dal Miur che si propone di incentivare e approfondire lo studio della lingua italiana.

Le Olimpiadi di Italiano si propongono di:

• incentivare e approfondire lo studio della lingua italiana, elemento essenziale della formazione culturale di ogni studente e base indispensabile per l’acquisizione e la crescita di tutte le conoscenze e le competenze;

• sollecitare in tutti gli studenti l’interesse e la motivazione a migliorare la padronanza della lingua italiana;

• promuovere e valorizzare il merito, tra gli studenti, nell’ambito delle competenze linguistiche in Italiano

Condividi

I commenti sono chiusi.

error: Content is protected !!