Via Francigena, 6 maggio 2012 da Sezze a Fossanova

0

I contrafforti dei monti Lepini separano i due estremi della tappa odierna. La storia, anche qui, affiora ovunque. Ed è grande storia, fatta di guerre civili, scontri di culture, rivolte ed affermazioni di autonomia (Sezze fu comune autonomo già nel 956), ma la cronaca è mesta e dimessa. Dai paesi più isolati chi poteva si è trasferito altrove, magari a Roma. Sono rimasti gli anziani, ai quali fanno compagnia giovani lavoratori agricoli rumeni, in una sorta di solidarietà fra sconfitti che fa passare in secondo piano le differenze di lingua e di mentalità. Il razzismo sarebbe un lusso. Un lusso che nessuno, anche volendo, si potrebbe permettere. La crisi non è un titolo di giornale. La senti nello sgomento della proprietaria di un negozio di Cori quasi vuoto. Appena entri ti guarda come se tu fossi un arcangelo venuto a salvarla, e ti confessa che non ce la fa più a tirare avanti. 3000 euro all'anno di tassa per la sola raccolta della spazzatura non sa proprio come pagarli. E tu, che purtroppo arcangelo non sei, passi oltre come umile, impotente pellegrino. A Fossanova ci attende una splendida abbazia. Il contrasto fra le cose del cielo e quelle della terra si farà ancora più stridente.

La domenica è pigra anche da queste parti. Se poi ci mettiamo anche la pioggia, non deve stupire che sul percorso abbiamo incontrato più pecore e cavalli che non umani. D'altro canto, il territorio che contiene i paesi che stanno sul percorso è prevalentemente agricolo, con tanti ulivi e orti dove spuntano carciofi e fave. E poi i pollai, a ricordarci il chioccìo delle galline che chissà da quanto tempo non sentivamo più. È bello assaporare queste cose, come bello è trovare finalmente dopo dodici chilometri, a Priverno, un bar dove bere il primo caffé della giornata. Perché alla partenza l'oste, forse esausto per i banchetti serviti fino a tardi e non certo ai pellegrini dalla palpebra pesante, non s'era visto.

 

Priverno e il suo mercato

 

campagna, pellegrini sotto la pioggia

 

pecore, l'abbazia di Fossanova in lontananza

 

l'abbazia di Fossanova, registrazione della trasmissione

 

La Via Francigena da Roma a Gerusalemme, ascolta il programma radiofonico internazionale di Radio Rai

Roma – Gerusalemme raccontata da Rai

Roma – Gerusalemme raccontata da Rsi

Guarda tutte le tappe dei nostri corrispondenti, settimana per settimana, giorno per giorno…

Condividi

Leave A Reply

error: Content is protected !!