Punto e a capo del 25 gennaio 2018

0

capodistriaStrano ma vero: persino il brigantaggio nell’Italia meridionale dell’Ottocento ha contribuito a diffondere l’italiano, perché per scrivere le lettere di ricatto a un notabile bisognava pure cercare di esprimersi in qualche modo. Dal soprannome di un brigante scrivano che, per il tanto lavoro, rimaneva spesso con il calamaio asciutto, prende spunto il titolo di un recente libro del linguista Pietro Trifone, “Pocoinchiostro. Storia dell’italiano comune” (il Mulino), che Punto e a capo presenta in compagnia dell’autore nella puntata di giovedì 25 gennaio. A completare la trasmissione, i trent’anni della rivista “Poesia” diretta da Nicola Crocetti, ripercorsi dal critico Luigi Tassoni nella rubrica Leggio.

Per riascoltare la puntata:
http://4d.rtvslo.si/arhiv/punto-e-a-capo/174515896

La rubrica “Leggio”:
http://4d.rtvslo.si/arhiv/leggio/174515895

Condividi

I commenti sono chiusi.

error: Content is protected !!