“In due parole, in due minuti”, dal 1° ottobre il pronto soccorso linguistico di Radio Capodistria

0

giovanardiSu Radio Capodistria un pronto soccorso linguistico per chiarire i dubbi sull’italiano con il linguista Claudio Giovanardi.

Dubbi linguistici? E chi può dire di non averne! Scrivo sognamo o sogniamo? Meglio il ministro o la ministra (se si tratta di una donna)? E quando usare il punto e virgola? Consoliamoci: spesso le nostre incertezze non sono frutto d’ignoranza, ma dipendono piuttosto dalla complessità della nostra lingua, dalla sua mutevolezza e dalla sua duttilità. Dal fatto che la lingua cammmina, si evolve.

Da giovedì primo ottobre, per destreggiarsi tra le sottigliezze dell’italiano, e soddisfare domande e curiosità, su Radio Capodistria c’è “In due parole, in due minuti”, il pronto soccorso linguistico del prof. Claudio Giovanardi, ordinario di Linguistica italiana all’Università di Roma Tre. Una piccola ma – ci auguriamo – preziosa trasmissione di servizio  che andrà in onda alle 11.35 in apertura di “Punto e a capo”,  programma settimanale sulla lingua italiana a cura di Ornella Rossetto.

L’indirizzo e-mail a cui gli ascoltatori possono scrivere per sottoporre i propri quesiti al prof. Giovanardi (indueparole@rtvslo.si) è attivo già da qualche tempo, e le richieste fin qui giunte sono fra le più varie: “è corretto i knoedel o ci vuole l’articolo gli”?, “Perché anche nei telegiornali si usano parole inglesi non alla portata di tutti?”, “Il termine Padania è un neologismo leghista?'”, oppure “Come mai siamo obbligati a scrivere qual è se Alessandro Manzoni nell’Adelchi scrive qual’è?”.

A tutti gli amici di Radio Capodistria e della Comunità radiotelevisiva italofona l’invito a scriverci e a seguirci a partire dalla prossima settimana.

Condividi

I commenti sono chiusi.

error: Content is protected !!