Il sardo – La Lingua Batte del 19/02/2017

0

linguabatteIn questa puntata:

Marcello Fois, scrittore, vive a Bologna da molti anni. Laureato in Italianistica, è un autore noto in ambito letterario, teatrale, radiofonico e della fiction televisiva. Esordisce nel 1992 con il romanzo Picta, vincitore del Premio Italo Calvino, e Ferro recente. A questi sono seguiti numerosi altri libri (e premi), l’ultimo s’intitolaQuasi Grazia (Einaudi 2016). Come sceneggiatore ha lavorato alle serie televisive “Distretto di polizia” e “Crimini”, e ad alcuni film, tra cui ricordiamo Ilaria Alpi (regia di Ferdinando Vicentini Orgnani, 2003). Con Giulio Angioni e Giorgio Todde è fra i fondatori del festival letterario L’isola delle storie di Gavoi.

Cristina Lavinio insegna Linguistica educativa all’Università di Cagliari, tra i suoi libri ricordiamo anche Narrare un’isola. Lingua e stile di scrittori sardi (Bulzoni) e Comunicazione e linguaggi disciplinari. Per un’educazione linguistica traversale (Carocci).  Dimmi come parli… Indagine sugli usi linguistici giovanili in Sardegna, a cura di C. Lavinio e G. Lanero, CUEC Editrice

Simone Pisano ha conseguito la laurea in Glottologia e il Dottorato in Linguistica Generale e Storica all’Università di Pisa. Attualmente è ricercatore all’Università “Guglielmo Marconi” di Roma dove insegna Linguistica Applicata e Fonetica e Fonologia. Studioso delle varietà sarde antiche e moderne, da tempo è impegnato nella descrizione della morfologia verbale del sardo contemporaneo. Di recente, insieme a Emilia Calarésu (Università di Modena-Reggio Emilia), si è occupato della complessa interazione tra sardo e italiano nell’isola: con lei ha curato il capitolo L’Italiano in Sardegna nel “Manuale di Linguistica Sarda” di De Gruyter in uscita a maggio. A un recente convegno su Grazia Deledda si è soffermato sul tema “Sardo e italiano nell’opera di Grazia Deledda: stereotipi e pregiudizi”.

Flavio Soriga, classe 1975, sardo di nascita, romano d’adozione, è uno tra i narratori italiani più apprezzati e premiati dell’ultimo decennio. Esordisce nel 2000 con la raccolta di racconti Diavoli di Nuraiò, pubblicato dalla casa editrice sarda Il Maestrale, e subito è vincitore del Premio Italo Calvino. Nel 2002 pubblica Neropioggia, romanzo vincitore del Premio Grazia Deledda Giovani 2003. Nello stesso anno Soriga rappresenta l’Italia al progetto Scritture Giovani del Festivaletteratura di Mantova. È stato uno degli ideatori del festival letterario di Gavoi “Isola delle storie”, è direttore artistico del festival “Settembre dei poeti” di Seneghe e del Piccolo Festival della Leggerezza dell’Argentiera (Sassari). Flavio Soriga scrive su quotidiani e periodici, tra i quali “La Nuova Sardegna”, “L’Unità” e la rivista “E” di Emergency, inoltre è stato autore per alcuni programmi televisivi. Nel 2007 l’Università di Vienna gli assegna la donazione per giovani scrittori della Fondazione Abraham Woursell. Nel 2008 è invece il romanzo Sardinia Blues, con il quale il giovane scrittore vince il Premio Mondello città di Palermo. Nell’ottobre 2009 vince il Premio letterario Piero Chiara con la raccolta di racconti L’amore a Londra e in altri luoghi. Nel 2010 ha pubblicato il romanzo Il cuore dei briganti, finalista Premio Rieti. I suoi ultimi libri: Nuraghe Beach e Metropolis.

Condividi

I commenti sono chiusi.

error: Content is protected !!